goldenreed7.jpggoldenreed5.jpggoldenreed3.jpggoldenreed9.jpggoldenreed1.jpggoldenreed6.jpggoldenreed2.jpggoldenreed8.jpggoldenreed4.jpg

LETTERATURA VARIA

ANDREA PAZIENZA - I segni di una resa invincibile

Rudi Ghedini

Dimensione: 14x21
Num. Pag. 112
Prezzo: Euro 10,00
ISBN: 978-88-88329-49-9
Immagini: no


Il nome di Andrea Pazienza è associato a una stagione del fumetto, anzi di Bologna, anzi della “questione giovanile”; una stagione in cui si sono coagulati fermenti di creatività e anticonformismo, devianze consapevoli, con l’irruzione di nuove forme espressive. Nelle sue avventure a fumetti, Pazienza ha risucchiato e riversato letture, film, dialoghi spiati in osteria, l’accompagnamento sonoro delle radio libere, slang politico e giovanile. Fra il 1977 e il 1988, ha proposto una straordinaria esuberanza d’immagini, la massima varietà espressiva. Se esiste uno “stile Pazienza” è come quello di Picasso: continuamente diverso. Diversità nelle forme espressive (tavole singole, lunghe storie, copertine di dischi, locandine di film, illustrazioni, disegni di moda, costumi e fondali teatrali) e diversità nel tratto (da quelli volutamente rozzi e sbrigativi, alle autentiche coloratissime pitture). Pentothal, Pippo, Zanardi, Pompeo... aveva appena cominciato a raccontare e raccontarsi, sorprendendo ogni volta per le invenzioni e le provocazioni. Suo malgrado, è diventato un simbolo generazionale. “Il segno di una resa invincibile” è il titolo-ossimoro che diede a una pittura del 1983: un paesaggio verde-azzurro, con fiori rossi, un paio d’alberi e un sottile grattacielo giallo, che oltrepassa i fili elettrici e raggiunge l’altezza delle nuvole.


Rudi Ghedini
, è nato il 31 ottobre 1959 e vive a Bologna. Ha scritto soprattutto di calcio: un romanzo (Semifinale, 1999), una raccolta di racconti (Sarti, Burgnich e Facchetti..., 2004), un saggio semi-serio sulla metamorfosi da cittadini a tifosi (Il Cavaliere a due punte, 2004) e le recenti, profetiche Confessioni di un interista ottimista (2006). Collabora con il settimanale Carta e con il trimestrale Linea Bianca; ha partecipato alle antologie Basta perdere e Enokiller e si è occupato di una delle più simboliche sconfitte della sinistra (Guazzaloca 50,69%, 1999), (Bye Bye Bologna, 2002).

Sempre per Bradipolibri ha pubblicato, Nel buio di una nave. Ravenna 13 marzo 1987.


Bradipolibri Editore SRL - P.IVA 08469780012 - C.F. 08469780012 - Sede legale: Piazza Statuto 9 - 10122 Torino.
Esclusivamente per la corrispondenza: Bradipolibri presso: Casella Postale 7 - Via Dora Baltea, 16 - 10015 Ivrea - Privacy
Tutti i diritti riservati - All right reserved © 1999 - 2018 (Torino, Italy) - Tel. +39 371.3134694 - E-mail edizioni@bradipolibri.it - PEC bradipolibri@pec.bradipolibri.it