goldenreed8.jpggoldenreed1.jpggoldenreed9.jpggoldenreed2.jpggoldenreed3.jpggoldenreed4.jpggoldenreed7.jpggoldenreed6.jpggoldenreed5.jpg

CALCIO ESTERO

LONDON CALLING - La storia dell'Arsenal e di un secolo e mezzo di football all'ombra del Big Ben

Luca Manes - Max Troiani
Massimo Marianella
Dimensione: 15x21
Num. Pag. 152
Prezzo: Euro 14,00
ISBN: 978-88-96184-54-7
Immagini: sì

Disponibile anche in formato eBook su Amazon Euro:6,99

Londra è sinonimo di football. Nella capitale inglese sono state codificate le regole poi adottate in giro per il globo,  sono nate la prima federazione nazionale, la prima lega e la prima competizione a squadre. Nessuna città al mondo può vantare così tante squadre professionistiche, così tanti derby, così tanti stadi. Il filo conduttore di questo libro è l’Arsenal. Il club più vincente e con il maggior numero di tifosi di Londra.

"C’era uscendo dalla metropolitana a sinistra un pretenzioso cartello. Welcome to Highbury the Home of Football. Pretenzioso certo, ma per me era molto vero. Era tutto quello che avevo sempre sognato. Londra, il calcio inglese, l’Arsenal. Quello per me era il calcio. E non stavo neanche guardando nessuna partita. Il profumo della storia. Il fascino di un mondo allora lontano che oggi la televisione satellitare ha avvicinato. Già la storia. Quella vera non tutti, anche nell’era delle parabole, la conoscono bene e allora l’occasione di farci dentro “quattro passi” gustandosi le pagine di questo libro è da non perdere. Gli inizi della Football Association, i club che hanno alzato l’FA Cup per i primi anni e che adesso si trovano solo sull’albo d’oro. Poi l’Arsenal. Dall’attraversamento di Londra, ai trionfi e le delusioni compresse nelle due gestioni più significative. Da Chapman a Wenger. Tra la rivalità aspra col Tottenham e i ritratti di chi ha saputo farsi amare con la maglia dei Gunners. Alex James, Ian Wright, Titì Henry e soprattutto quel Charlie Nicholas che se avesse anche vinto qualcosa in più della Coppa di Lega gli avrebbero fatto un busto anche a lui ad Highbury.”
Dalla prefazione di Massimo Marianella


Luca Manes è nato a Napoli il 26 maggio 1972. Vive a Roma, dove lavora come responsabile della comunicazione di CRBM, programma della ONG “Mani tese”, per il quale ha seguito numerosi summit internazionali. Giornalista pubblicista, scrive qua e là su questioni più inerenti alla globalizzazione che al mondo del calcio. Per Bradipolibri ha pubblicato “Manchester United. La leggenda dei Busby Babes”, targa d’Onore al Premio Bancarella Sport 2006, “Made in England” e “Celtic Forever”.

Massimiliano (Max) Troiani
è nato a Roma il 13 luglio 1969. Tifoso dell’Arsenal, è appassionato di calcio inglese. Ha sempre sognato di andare in Gran Bretagna per conoscere meglio la cultura anglosassone e vivere l’atmosfera del football inglese e di Highbury. Per Bradipolibri ha pubblicato sempre con Luca Manes “Celtic Forever”.


Bradipolibri Editore SRL - P.IVA 08469780012 - C.F. 08469780012 - Sede legale: Piazza Statuto 9 - 10122 Torino.
Esclusivamente per la corrispondenza: Bradipolibri presso: Casella Postale 7 - Via Dora Baltea, 16 - 10015 Ivrea - Privacy
Tutti i diritti riservati - All right reserved © 1999 - 2018 (Torino, Italy) - Tel. +39 371.3134694 - E-mail edizioni@bradipolibri.it - PEC bradipolibri@pec.bradipolibri.it