goldenreed9.jpggoldenreed8.jpggoldenreed1.jpggoldenreed4.jpggoldenreed3.jpggoldenreed5.jpggoldenreed6.jpggoldenreed7.jpggoldenreed2.jpg

Articoli

CHIEDI CHI ERANO LAW E BAKER

Paolo Ferrero

Dimensione: 15x21
Num. Pag. 120
Prezzo: Euro 13,00
ISBN: 978-88-99146-20-7
Immagini: Fotografie b/n

Disponibile anche in formato eBook su Amazon Euro: 6,99

Denis Law e Joe Baker giunsero a Torino nell’estate del 1961, in concomitanza con le celebrazioni per il Centenario dell’Unità d’Italia. Il primo era scozzese, il secondo inglese. Erano calciatori di classe e forza. I primi mesi nella squadra granata furono fantastici, segnavano e davano spettacolo. Ma erano giovani ed esuberanti. Amavano la bella vita e i night e spesso trasgredivano le rigide regole imposte ai calciatori. Un mondo diverso rispetto a quello in cui erano abituati a vivere. La definizione più azzeccata la scrisse Vladimiro Caminiti: “Concepivano la professione come lavoro domenicale e spasso settimanale”. Una sera, a pochi giorni da una partita di campionato, uscirono alle quattro del mattino da un tabarin. Con loro c’era anche il fratello di Law. Salirono sulla Giulietta Sprint di Baker. Erano un po’ brilli. Il monumento dedicato a Garibaldi lungo un corso cittadino fermò la corsa dell’auto e anche la corsa del Torino verso lo scudetto. Uscirono dall’incidente praticamente illesi, ma travolti dalle critiche. Esattamente un anno dopo il loro arrivo lasciarono l’Italia per sempre e ritornarono sul suolo britannico. Addio sogni di gloria granata. 

Il Toro e gli anni Sessanta con il boom economico, la guerra fredda e la conquista spaziale. Musica e miti. Quello inglese soprattutto, non solo calcistico; proprio in quel periodo faceva la comparsa sulla scena musicale una band di Liverpool che avrebbe sconvolto il mondo del rock. Si chiamava “The Beatles”.

Paolo Ferrero è nato a Torino nel 1964. Vive a Cerrina Monferrato dove svolge la professione di medico. Particolarmente legato alla storia della squadra granata, scrive per “Il Punto”, nel 2001, Dentro un colbacco granata, omaggio biografico a Gustavo Giagnoni. Nel 2002 inizia la sua collaborazione con Bradipolibri ove pubblica Il ritorno degli dei granata, 1976 il Toro è campione d’Italia. Seguono il romanzo sportivo Una vita in granata, con il quale vince la Targa d’Onore al Premio Bancarella sport 2006 e la biografia di Romano Fogli Un bocia tra le stelle (2007), un romanzo ‘olimpico’ Sognando Montreal (2008) scritto con l’amico Danilo Marigo e Mi manca Pulici, il Toro nei magici anni Settanta (2014) con Franco Ossola.


Bradipolibri Editore SRL - P.IVA 08469780012 - C.F. 08469780012 - Sede legale: Piazza Statuto 9 - 10122 Torino.
Esclusivamente per la corrispondenza: Bradipolibri presso: Casella Postale 7 - Via Dora Baltea, 16 - 10015 Ivrea - Privacy
Tutti i diritti riservati - All right reserved © 1999 - 2018 (Torino, Italy) - Tel. +39 371.3134694 - E-mail edizioni@bradipolibri.it - PEC bradipolibri@pec.bradipolibri.it